Come eliminare il divario di genere secondo il World Economic Forum

Per raggiungere l’uguaglianza di genere, il World Economic Forum propone di utilizzare sistemi di narrazione ed impostazione delle politiche dei Paesi totalmente diversi, con approcci proattivi e presupposti completamente differenti rispetto a quanto fatto sino ad oggi nelle varie realtà. Il suggerimento nasce sulla base dell’esperienza maturata già dal 2006 con la pubblicazione annuale del... Continue Reading →

Clima e ambiente: gli impegni dell’Italia

Sono essenzialmente due i documenti dai quali si evince la posizione del Governo sulle tematiche ambientali: la relazione sugli indicatori di benessere equo e sostenibile, documento che dal 2016 accompagna la legge di bilancio e considera, tra gli altri, gli effetti sull’ambiente delle misure economiche adottate, la proposta di piano nazionale integrato per l’energia e... Continue Reading →

L’autonomia differenziata delle Regioni

L'autonomia differenziata delle Regioni fu inserita nella riforma costituzionale del 2001 voluta dal centro sinistra ed è prevista nell’articolo 116, terzo comma, della Costituzione. “Ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, concernenti le materie di cui al terzo comma dell'articolo 117 e le materie indicate dal secondo comma del medesimo articolo alle lettere l), limitatamente... Continue Reading →

Reddito di cittadinanza: alcuni riferimenti

Il reddito di cittadinanza viene giustificato, anziché come una misura assistenziale universale e incondizionata, quale erogazione che lega la situazione di estrema debolezza economica, alla disponibilità di accettazione di un lavoro. I nuclei familiari interessati ammontano ad 1milione e 200mila, coinvolgendo circa 4 milioni di cittadini.   A chi va richiesto: alle Poste oppure ai... Continue Reading →

Il Governo e le pensioni: una strada in salita

La tensione tra il Presidente dell’Inps (in carica fino alla prossima primavera) ed il Governo è scoppiata nei giorni successivi alla Relazione annuale dell’Istituto di previdenza: uno scontro istituzionale sulla mancata verifica, da parte del vice Presidente del Consiglio Di Maio, della sua stessa richiesta inoltrata all’Inps che conteneva già gli effetti negativi del decreto... Continue Reading →

Il decreto che impatterà negativamente su imprese e lavoratori

Approvato in Consiglio dei Ministri il primo decreto “di contenuto” già denominato Decreto dignità. Composto di 4 sezioni (misure per il contrasto al precariato, misure per il contrasto alla delocalizzazione e alla salvaguardia dei livelli occupazionali, misure per il contrasto alla ludopatia, misure in tema di semplificazione fiscale), prioritariamente l’intenzione è stata quella di ridurre... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑